lunedì 21 luglio 2014

IL BUDELLO ED IL GAS




Presupponiamo che la maggioranza degli eugubini sia oggi alle prese di sicuro con la crisi, con l'aggravante della canicola ed in pochi con il sollievo delle vacanze.

Sappiamo però che avranno di sicuro una brutta notizia i proprietari delle oltre 450 particelle sulle quali è stato individuato il passaggio del metanodotto della SNAM nella tratta Foligno-Sentino ed in particolare ” la fascia di vincolo preordinato all’esproprio” cioè terreni soggetti ad imposizione di servitù ed occupazione temporanea.

Sul sito internet del Comune di Gubbio (http://www.halleyweb.com/c054024/mc/mc_attachment.php?x=&mc=18752) si può leggere il documento del Ministero dello Sviluppo Economico che ha come oggetto: "Metanodotto Foligno-Sestino [...]" con indicati i riferimenti catastali dei terreni interessati e di cui riportiamo una immagine indicativa.
In pratica è l’avvio del procedimento per l’autorizzazione alla costruzione del metanodotto.
La pubblicazione durerà fino al 31 luglio 2014, e fino al 30 agosto sarà possibile inoltrare osservazioni al Ministero per lo Sviluppo Economico.


Il Movimento Cinque Stelle di Gubbio inoltre segnala quanto segue:
• la Snam, non ha affatto svolto una valutazione d'impatto ambientale complessiva come previsto da normativa e recenti sentenze della Corte di Giustizia Europea ne' una valutazione ambientale strategica sulla salvaguardia degli habitat naturali;
• il metanodotto interessa aree di particolare pregio ambientale, ad elevato rischio sismico ed idrogeologico coincidenti con il progetto "Appennino Parco d'Europa", finalizzato alla conservazione della natura e allo sviluppo ecosostenibile con l'ambizione strategica della valorizzazione delle risorse naturali e culturali;
• la motivazione per la sua costruzione è rafforzare il ruolo di rivendere il gas acquistato dal nord Africa ai Paesi del centro-nord Europa. Per questo i cittadini ed i territori attraversati avranno pesanti servitù, rischi, danni ambientali, economici senza alcun beneficio;
• molti enti istituzionali hanno espresso contrarietà all'opera come il comune di Gubbio
• esistono contenziosi in essere sulle V.I.A . e sul tracciato del metanodotto da parte di enti locali, comitati e associazioni;
• il periodo di pubblicazione presso l’Albo Pretorio e, soprattutto, di opposizione è notoriamente periodo di ferie e di assenza delle persone dal proprio Comune e che ciò potrebbe ridurre la capacità di opposizione dei diretti interessati.

PER TUTTI QUESTI MOTIVI IL MOVIMENTO CINQUE STELLE DI GUBBIO CHIEDE, AL SINDACO E AGLI ASSESSORI COMPETENTI, come intendano procedere nei confronti di tale opera.

Quanti saranno infatti i danni ambientali e le negative ricadute economiche (deprezzamento di terreni, fabbricati, agriturismi ecc. collocati lungo il tragitto) che il passaggio del metanodotto in oggetto provocherebbe nel nostro Comune? Quanti i rischi per un'opera vicina alla faglia sismica ancora oggi attiva?

Quali iniziative intraprenderà la giunta per difendere gli eugubini da questo progetto?



QUI PUOI CONSULTARE L'ELENCO DELLE PARTICELLE INTERESSATE DALL'ESPROPRIO E DALL'OCCUPAZIONE TEMPORANEA

giovedì 10 luglio 2014

I PRIMI PASSI IN CONSIGLIO COMUNALE

Cari cittadini, abbiamo iniziato il nostro lavoro per la collettività nel Consiglio Comunale.
Siamo una forza di opposizione, ma non intesa nel senso tradizionale del termine.
La nostra sarà un'opposizione ferma, attenta e propositiva. 
Non tralasceremo mai i punti cardine che abbiamo portato avanti nella campagna elettorale, ma allo stesso tempo abbiamo deciso di dare un margine di credito a questa Giunta. 
Non ci interessano i NO a prescindere o peggio i NO pretestuosi. 
Ci interessano i fatti che questa maggioranza sarà in grado di produrre per Gubbio.
Dopo questa premessa desideriamo informarvi di quello che in concreto abbiamo fatto in questi due primi consigli.
Abbiamo votato il Presidente del Consiglio comunale al primo consiglio per non far passare un mese in discussioni sterili e arrivare poi alla medesima elezione.
Abbiamo votato ed eletto tutti gli organi interni al secondo consiglio per far partire subito la macchina comunale senza ostruzionismi, ma con spirito di collaborazione e volontà di cambiare questa Città dal profondo.
Come ribadito ieri dal nostro capogruppo durante il consiglio, ci regoleremo di volta in volta e voteremo positivamente solo ed esclusivamente atti concreti e spendibili in termini di miglioramento per la cittadinanza intera.
La nostra non sarà mai un'opposizione ancorata alle sole azioni passate ma faremo il nostro dovere di trovarle e portarle all'attenzione della comunità dovunque fossero. 
Non ci interessa ribadire le evidenti e sostanziali colpe delle giunte passate ma proporre soluzioni per il futuro di questa città.
Ci interessa pertanto che questa Giunta dia un piano e degli obbiettivi certi e non parole lanciate al vento attraverso un microfono.
I primi passi sono stati fatti ma di lavoro ce n'è tanto per far tornare la città ad una parvenza di normalità. 
E' l'ora di azioni rapide e concrete!

venerdì 6 giugno 2014

LE 10 RISPOSTE A 5 STELLE DI PALAZZARI E STIRATI



Come indicato nell’articolo 48 della nostra Costituzione, il voto è un dovere civico, è la prima forma di partecipazione.

Essendo anche personale, uguale, libero e segreto, il Movimento 5 Stelle di Gubbio non da nessuna indicazione, né ufficiale né ufficiosa su quale candidato sostenere.

Abbiamo ritenuto utile per i nostri elettori, chiedere ai due candidati al ballottaggio di esprimersi su diversi punti che noi riteniamo fondamentali per una buona amministrazione.

La nostra collaborazione avverrà come sempre detto dall’opposizione, in maniera fortemente costruttiva con tutti e senza possibilità di ingresso nella giunta.

Le risposte date ai 10 quesiti equivalgono ad un patto con i cittadini e aiuteranno un voto maggiormente consapevole.

LE 10 RISPOSTE DI PALAZZARI E DI STIRATI


mercoledì 4 giugno 2014

10 DOMANDE A 5 STELLE A PALAZZARI E STIRATI

Il Movimento Cinque Stelle ritiene utile, per informare a fondo i propri elettori, che i candidati facciano chiarezza su alcuni punti programmatici concretamente fattibili e sui quali il Movimento 5 Stelle potrà collaborare mettendo a disposizione le proprie competenze e la propria rete di relazioni nazionali ed europee.
La nostra collaborazione avverrà come sempre detto dall’opposizione, in maniera fortemente costruttuva con tutti e senza possibilità di ingresso nella giunta.
Per questo motivo rivolgiamo 10 domande ai due contendenti per valutare la compatibilità dei loro programmi con alcune priorità da noi individuate.
Le risposte che ci arriveranno equivarranno ad un patto con i cittadini e aiuteranno un voto maggiormente consapevole.

Caro candidato sindaco, sei disposto a:

1. impegnarti a nominare assessori in base alla competenza e alla meritocrazia, scegliendo figure che abbiano dimostrato di poter gestire cifre paragonabili a quelle del bilancio del Comune di Gubbio, attraverso curriculum e non secondo criteri di spartizione tra i partiti della coalizione?

2. escludere, senza mezze misure, la produzione e la combustione di CSS (combustibile solido secondario) come chiusura del ciclo dei rifiuti ed iniziare concretamente la migrazione della loro gestione verso la strategia rifiuti zero e applicazione della tariffa puntuale ?

3. iniziare una verifica straordinaria sul bilancio del Comune, anche con osservatori nominati dalle opposizioni, entro il 2014?

4. sottoporre a procedure competitive e trasparenti e pubblicate sul sito internet del Comune (comprese le offerte pervenute) tutti gli acquisti e gli appalti dell’ente, con formale delibera, sottoponendo alle opposizioni tutti i documenti pervenuti e le minute di tutti i colloqui avuti con imprese, associazioni, cooperative ?

5. diffondere in diretta streaming le riunioni del consiglio e delle commissioni consiliari ed archiviarle nel sito del comune in modo facilmente accessibile per tutti i cittadini?

6. mettere da subito l’opposizione in condizione di poter accedere rapidamente a tutti gli atti, contratti e convenzioni del Comune e delle società partecipate, relativi al Consiglio, Giunta e Dirigenti, anche in fase di definizione, per consentire di esercitare in maniera efficace il ruolo di controllo?

7. avviare entro il 2015 uno studio ambientale ed epidemiologico che chiarisca la situazione dell’inquinamento e delle malattie nel comune di Gubbio per le diverse aree territoriali?

8. avviare una struttura leggera di creazione di imprese, con annesso ufficio di reperimento dei fondi europei ?

9. aprire uno Sportello Unico del Cittadino, unico luogo dove i privati e le imprese si devono rivolgere per tutte le loro pratiche e rendere accessibili via web tutte le informazioni ed i servizi del Comune?

10. avviare tutte le procedure necessarie affinché la gestione dell’acqua torni in capo al Comune, come deciso dai cittadini con il referendum del 2011?

Grazie delle risposte che vorrete inviarci.

Movimento 5 Stelle Gubbio.

martedì 3 giugno 2014

BALLOTTAGGIO ED OPPOSIZIONE 5 STELLE



Ringraziamo i tremila-trecento-ottanta-tre Cittadini liberi e coraggiosi che, confidando nell'onestà e nella trasparenza delle istituzioni, ci hanno dato la loro fiducia.

Molti oggi ci chiedono che posizione assumeremo per il ballottaggio.
La nostra posizione sarà la stessa che abbiamo annunciato in campagna elettorale: il M5S non sostiene nessuno dei due candidati e non darà alcuna indicazione di voto, né ufficiale né ufficiosa.
L'Art. 48 della nostra Costituzione è molto chiaro in proposito: "Il voto è personale ed uguale, libero e segreto. Il suo esercizio è dovere civico."
La nostra indicazione di voto sarà: votate liberamente.

D'altronde il vostro voto non appartiene a nessuno tranne che a voi stessi e se dovessimo comportarci come una struttura partitica che indica di votare un soggetto politico piuttosto che un altro, tradiremmo le migliaia di cittadini che grazie al Movimento si sono riavvicinati al mondo della politica in maniera attiva e partecipata.

Il risultato ottenuto consentirà al Movimento 5 Stelle di poter essere una vera opposizione, dopo tanti anni di partito unico. Tre dei nostri portavoce siederanno in Consiglio comunale e sarà loro compito far entrare nel palazzo la voce dei cittadini.​
State sicuri che dallo stesso palazzo grazie a noi usciranno anche tutte le informazioni e le notizie.

La bellezza del sistema elettivo comunale è che chi vince ha la maggioranza assoluta (e la responsabilità) per poter governare e non sarà costretto a fare accordi o inciuci con le opposizioni.
Quindi noi potremo fare un’opposizione costruttiva senza dover accettare posti in giunta o altri accordi, e senza essere chiamati a fare da stampella ad eventuali maggioranze traballanti che questo sistema elettorale non consente. 
Per scelta unanime, e per coerenza con il giudizio già espresso sui due contendenti, non faremo accordi di governo con la futura maggioranza.

La nostra sarà dunque un’opposizione libera, costruttiva, propositiva ma allo stesso tempo intransigente.
Voteremo a favore di tutte le proposte che andranno a beneficio della comunità.
Nella stessa ottica porteremo avanti i progetti del nostro programma senza per questo cedere a logiche del tipo “io ti voto se tu mi voti” ma valutando senza pregiudizi e senza calcoli, né di consenso né elettorali.
Una proposta infatti o è buona o è cattiva, indipendentemente da quale parte politica proviene.

Siamo consapevoli che dovremo lavorare duramente al fine di creare un canale di comunicazione e di partecipazione che non è mai esistito tra i cittadini e l’amministrazione comunale.

Ma il nostro obiettivo non cambia: Gubbio tornerà una città felice.